Senza scrupoli

I ragazzi di oggi hanno molto da dire riguardo certi argomenti… soprattutto quelli calabresi, che si ritrovano loro malgrado a ereditare anni e anni di disinteresse verso la loro terra, da chi avrebbe dovuto invece preservarla e amarla come avrebbe meritato.

Oggi molti di loro vorrebbero fare qualcosa, riparare in qualche modo ai danni subiti nel tempo, ma sono arrabbiati e impotenti per la scarsa collaborazione dei loro conterranei.  Mi rifiuto di credere che non ci siano molti più calabresi di quel che sembra a voler cambiare le cose. Ne conosco qualcuno al mio paese che si dà da fare eccome… ma non basta la loro determinazione purtroppo. Hanno le mai legate da anni e anni di incuria da parte di quelli che li hanno preceduti… gran parte di quelli della mia generazione, per fare un esempio.

Loro sì, che potevano fare qualcosa e sono rimasti solo a guardare, lasciando in eredità ai loro figli e ai figli dei loro figli, una terra che volge al declino. Troppi nel corso degli ultimi 40 anni, hanno pensato solo ad accumulare e a permettere lo scempio che è stato fatto in alcune zone, senza minimamente preoccuparsi del “dopo”.

Perfino l’alluvione di questi giorni e i danni causati, sono dovuti alla mancanza di scrupoli di molte persone che hanno dato permessi e facilitazioni, per costruire case e centri commerciali, villette e casermoni in cemento, senza tenere conto dei dissesti geologici che ne sarebbero derivati. Ora la natura si ribella, e non posso fare altro che sentirmi molto dispiaciuta: ho ancora una casa e una madre a Taverna, anche se per poco.

Ma è innegabile…mi sento impotente e delusa, per lo scarso amore che dimostrano alcuni miei conterranei nei confronti della nostra terra.

Commenti

commenti