Milano cade in casa, le Top16 si allontanano

Con la matematica che tiene ancora aperta la porta verso la qualificazione alle Top16, l’EA7 di coach Sergio Scariolo cade in casa contro il Real Madrid di Rudy Fernandez e Serge Ibaka, con il risultato di 65-72.

L’Olimpia Milano rimane appesa ad un filo in Eurolega, con Danilo Gallinari al suo ultimo match prima del suo ritorno nella NBA in maglia Denver Nuggets, protagonista di un avvio di gara deludente ma trascinatore dei meneghini nel finale contro gli spagnoli.

La doppia cifra di media, tenuta dal 23enne di Sant’Angelo Lodigiano, nel torneo europeo, gli permette di rimanere il miglior talento arrivato nel vecchio continente a causa del lockout del campionato d’oltreoceano, ma tutto questo non basta per superare il Real Madrid.

Partenza al rilento ed un inseguimento durato per tutto il match per i ragazzi allenati da coach Sergio Scariolo, giunti al pareggio in due occasioni ma respinti dal collettivo spagnolo, anche grazie a numerose forzature ed al terrore provocato in area da Serge Ibaka, 7 punti ma difesa da manuale.

La presenza del 22enne di Brazzaville, proveniente dalla franchigia degli Oklahoma City Thunder, all’interno della zona pitturata, con le 6 stoppate di media da quando è giunto in Europa, bloccano le penetrazioni di Malik Hairston, Omar Cook e Drew Nicholas, abili nel buttarsi nella mischia ma rei di palloni persi per paura del congolese, naturalizzato spagnolo.

Con Antonis Fotsis fermo ad un solo rimbalzo conquistato nell’arco dell’incontro, Jacopo Giacchetti e Stefano Mancinelli tentando di dare la scossa decisiva all’Olimpia Milano, sempre affiancati da Danilo Gallinari, ma Sergio Rodriguez e Jaycee Carroll fanto sentire la loro forza in attacco, respingendo ogni tentativo di recupero dei meneghini.

Un match combattuto in cui anche Ioannis Borousis ha messo grinta e talento a sprazzi, ma subendo la difesa di Ante Tomic e di Serge Ibaka, con 10 punti segnati e due triple tentate, colpo che non gli manca nel repertorio personale ma che non è riuscito a sfruttare.

Gli errori nei momenti decisivi condannano l’Olimpia Milano a vincere gli ultimi tre incontri in programma, ribaltando la differenza canestri contro il Partizan Belgrado e l’Efes Pilsen, ardua impresa, replicando il successo contro i belgi dello Charleroi.

Danilo Gallinari saluterà il gruppo martedì, forse giocando l’ultimo match di domenica, in cui l’EA7 incontrerà la Vanoli Braga Cremona di coach Attilio Caja, con Sergio Scariolo chiaro nelle sue dichiarazioni post-gara.

“Ora è giunto il momento di chiarire i ruoli di ogni giocatore. Danilo Gallinari ci ha dato una grande mano, il suo talento è incredibile, ma adesso è necessario mettere in ordine le idee del gruppo. Da oggi serve avere chiarezza sui ruoli, sia come posizioni sia come responsabilità. Serve ripartire alla grande nella competizione europea ed in campionato”.

Commenti

commenti