Il 9 dicembre arriva il più ampio Apple store esistente.

L’apertura di un nuovo Apple store viene sempre largamente discussa dai fans e dai conoscitori Apple e in particolare stavolta da tutti i newyorkers visto che il prossimo spazio dedicato alla mela aprirà il 9 Dicembre nella Grand Central Station di New York (sarà il quinto nella Grande Mela).

Ciò che è maggiormente interessante riguardo a questa inaugurazione-evento è che quello che aprirà sarà il pù grande negozio Apple esistente, dunque un vero paradiso per tutti gli appassionati e un nuovo punto di riferimento per i possessori di devices della mela morsicata.

Molti rumors si erano diffusi riguardo a una possibile apertura prima del Black Friday (il venerdì dopo la festa del Thanksgiving, durante il quale si può acquistare qualsiasi tipo di prodotto a prezzi stracciati – ecco spiegate le lunghe file notturne all’entrata dei negozi dopo il pranzo del Ringraziamento) ma poi i costruttori hanno confermato a Mashable (sito internet dedicato al web, ai social media, alla tecnologia) che i lavori non sarebbero stati terminati per quella data: “Non sarà finito prima di un lungo periodo” ha affermato uno di loro “abbiamo ancora molto da fare. Credo che sarà pronto per il mese di Dicembre”.

Questo sarà il primo store negli Stati Uniti ad aprire dopo la dipartita di Ron Johnson, ex SVP vendite per la Apple e colui che ha aiutato Steve Jobs a creare l’iconico design dell’azienda (adesso CEO di J.C. Penney).

La Apple sarà anche una delle aziende con un più alto guadagno esistenti ma c’è da dire investe anche moltissimo nella sua immagine e nel modo di approcciare i clienti: elemento fondamentale diventa allora il design degli store e quest’ultimo gioiellino newyorkese verrà a costare alla compagnia più di un milione di dollari all’anno per l’affitto (sono 750,000 d’altronde le persone che attraversano Grand Central ogni giorno).

Inoltre una ricerca del New York Post ha dichiarato che la Apple non pagherà alcuna cifra alla MTA (Metropolitan Transportation Authority) in quanto la presenza del negozio in uno dei loro terminali aumenterà di gran lunga il traffico di passeggeri. Non è chiaro se lo scambio sia equo oppure no ed è per questo che pare sia in atto un’indagine da parte dello Stato per determinare se e perché la MTA stia favoreggiando la Apple nell’affitto dello spazio.

 

Commenti

commenti