Meeting Monti-Merkel-Sarkozy: la rimonta europea

Strasburgo- Il premier italiano Mario Monti in mattinata ha incontrato i due inseparabili leaders europei, la Cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy. Al centro del tavolo il rilancio dell’Europa, partendo da un partner in difficoltà, l’Italia.

Lo Stivale ha subito una forte perdita di fiducia in questi ultimi mesi, soprattutto in ambito economico: a partire dalla stagione estiva è stata oggetto di speculazione e declassamento del rating da parte delle tre note agenzie Standard & Poor’s, Fitch e Moody’s.

Ora è giunto il momento di dire basta a questa “umiliazione economica” del Bel Paese; pertanto è necessaria una tempestiva riqualificazione dell’Italia. Questo sarà un secondo Rinascimento italiano, segnato anche dall’assenza di Berlusconi, nei cui confronti i colleghi europei avevano ormai perso fiducia.

Jean Leonetti, ministro francese per gli Affari comunitari, proprio stamane ha voluto sottolineare come sia importante la cooperazione di questi tre Stati, considerati da sempre non solo fondatori dell’Unione europea, ma anche partners inscindibili, le cui azioni ricadono reciprocamente sugli altri Paesi.

L’Italia dunque deve liberare il proprio potenziale di crescita, ritornando ad essere la terza forza economica europea. La Merkel e Sarkozy sono sicuramente rassicurati dalla presenza di Monti, il quale ha garantito che insieme al suo governo di tecnici varerà ampie riforme di attuazione delle promesse enunciate all’Europa, in modo incisivo e tempestivo.

Commenti

commenti