German Denis la favola di un attaccante dimenticato

Alzi la mano chi si ricordava che German Denis fece la sua comparsa in Italia nella stagione 2002-2003 con il Cesena totalizzando 29 presenze farcite da 3. Una cosa va sottolineata, non stiamo parlando di serie A ma di Serie C1, poi il nostro German fa le valige e se ne ritorna in Argentina, la sua patria. Li ha iniziato a segnare con continuità ed è ritornato in Italia, questa volta in serie A. Tra Napoli e Udinese mette a segno 20 gol in tre stagioni coppe comprese.

Non è mai stato molto considerato nell’Udinese che li in avanti aveva gente come Di Natale e Alexis Sanchez. Quindi il buon German rifà le valige e approda all’Atalanta. Un’Atalanta che parte dalla serie A con una pesante penalizzazione, una squadra che ha assoluto bisogno di un attaccante di peso e che faccia molti gol. La critica accusa Pierpaolo Marino, Responsabile Area Tecnica, di non aver attrezzato l’Atalanta in modo adeguato, perché è noto che Denis è un attaccante che non segna molto.

Ad oggi German Denis è il capocannoniere della serie A con 9 gol su 12 partite, e se non avesse sbagliato un rigore sarebbe già in doppia cifra, risultato che gli permetterebbe di incassare il bonus di 70.000 euro offertogli dalla società se avesse segnato almeno 10 gol in campionato. “El Tanque”, così è chiamato in patria e ormai anche da noi, continuerà la sua favola? Noi glielo auguriamo!

Commenti

commenti