Vettel out, vince Hamilton davanti ad Alonso

Sebastien Vettel fuori pista alla seconda curva del primo giro ed il compagno di scuderia, Mark Webber, incapace di reggere il ritmo della coppia formata da Lewis Hamilton e Fernando Alonso.

Il 25enne di Heppenheim, tradito da una foratura alla prima svolta, si è dovuto accomodare di fronte agli schermi del proprio team a bordo pista dopo il tentativo di rientro ai box chiuso con il danneggiamento della sospensione posteriore.

L’australiano della Red Bull passa quarto sotto la bandiera a scacchi anche grazie ad una prima sosta pessima, portata a termine in 9”4 per colpa di un dado.

Lewis Hamilton, spettatore privilegiato dell’uscita di pista del rivale Sebastien Vettel, fuggito già alla prima curva, chiude l’appuntamento di Abu Dhabi con il terzo successo stagionale, risultato che non raggiungeva dal Gran Premio della Germania.

L’inglese, tornato in cima al podio dopo cinque round, conclude tenendosi alle spalle Fernando Alonso, penalizzato nella corsa al comando dall’ingresso ai box anticipato dal rallentamento causato da Daniel Ricciardo, al volante di una Hrt.

Nonostante tutto, a fine gara, lo spagnolo ha sinceramente ammesso di non esser stato in grado di insidiare la posizione di comando tenuta dal 27enne di Stevenage.

“Ho affrontato la gara come se fosse una sessione di qualificazione, cercando il giro veloce per avvicinare Lewis Hamilton. Ogni volta che guadagnavo qualcosa, perdevo tutto nella tornata successiva. Ero in difficoltà con le gomme dure ed, in occasione degli ultimi giri, non sarei riuscito ad agganciare la McLaren. Dopo lo scorso anno, sono felice del secondo posto e la prossima è in Brasile: non vedo l’ora”.

Salito per la 73° volta sul podio, Fernando Alonso chiude con il sorriso il round di Abu Dhabi, affiancato da Stefano Domenicali, pronto a sfatare i fantasmi della scorsa stagione su questo tracciato.

Felipe Massa, giunto quinto al traguardo con un ritardo di 42” dal compagno di scuderia, porta a termine l’ennesimo round senza gloria, rovinato dal testa coda nel finale di gara.

Il brasiliano, giustificatosi con i soliti problemi all’ala anteriore, si prepara al prossimo appuntamento del Mondiale di Formula 1, in programma sul tracciato di San Paolo.

Commenti

commenti