Crisi: conto alla rovescia per il cdm di stasera

E’ ormai conto alla rovescia per il delicatissimo Consiglio dei Ministri straordinario di questa sera, durante il quale sarà varato il primo pacchetto di misure anti crisi concordate con l’Unione Europea. Il cdm potrebbe varare soltanto un decreto legge con le misure più urgenti, ma non il maxiemendamento alla legge di stabilità che sarebbe predisposto in un secondo momento. Secondo fonti governative, comunque, dal dl sarebbero escluse patrimoniali e condoni. Tra i provvedimenti ci sarebbero invece misure per velocizzare la realizzazione di infrastrutture, anche attraverso un potenziamento del project financing, e altre riguardanti il mercato del lavoro, in particolare per favorire l’occupazione giovanile e femminile e incentivi per le imprese che assumono nelle aree svantaggiate. Non dovrebbero trovare posto, invece, dopo le polemiche degli ultimi giorni, i cosiddetti “licenziamenti facili”. Intanto, è Umberto Bossi show. Il senatùr ha escluso che si tocchino le pensioni: “Se togliamo le pensioni ai lavoratori che hanno sempre lavorato per dare i soldi a Roma – ha spiegato Bossi dopo aver alzato il dito medio – facciamo scoppiare la rivoluzione di sicuro”. Altrettanto esaustivo Bossi quando risponde con una pernacchia a chi gli chiede cosa ne pensi di un governo guidato da Mario Monti e comunque, ricorda Bossi, inutile chiedere un passo indietro a Silvio Berlusconi, “tanto quello non lo fa”.

Commenti

commenti