Berlusconi in tv: patto siglato fino al 2013 e pressing su Bini Smaghi

Roma- Il Cavaliere Silvio Berlusconi parla in tv per chiarire tutte le questioni aperte e smentire alcune indiscrezioni della stampa riguardo a un ipotetico patto con il partito di coalizione di Umberto Bossi per andare alle elezioni.

Il “patto con gli italiani” cui il premier inneggia sempre, non sarà violato da nessuno, anzi la maggioranza vuole finire la legislatura, soprattutto in vista degli impegni presi con l’Unione Europea. “Andare al voto- sostiene il Presidente del Consiglio- sarebbe dannoso per il Paese, bisognoso di stabilità“.

L’equilibrio delle forze politiche infatti da sempre viene richiesto dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Anche nell’ambito internazionale occorre evitare problemi diplomatici e “conflitti di attribuzione”.

Nella fattispecie sembra ancora acceso il focolaio di polemiche intorno alla carica di Bini Smaghi alla Banca centrale europea. La questione si è aperta in quanto  tra i vertici della  Bce vi è un altro italiano, il neoeletto presidente Mario Draghi; ciò avrebbe provocato dunque l’irritazione del presidente della Repubblica francese, Nicolas Sarkozy, che preme per far cedere il posto di Bini Smaghi a un suo compatriota. Berlusconi infatti ha rilanciato la situazione, in diretta con Maurizio Belpietro su canale 5, confidando nel “senso dello Stato” dell’economista italiano.

 

 

Commenti

commenti