5 motivi per vivere

Quali sono i motivi per i quali vale la pena di vivere? Per me, sono questi:

In ordine di importanza: i figli. Senza di loro, la vita perde di significato… sono il proseguimento di parte di noi, quello che ci dà la spinta a migliorarci, lo scopo della nostra esistenza, la continuità della razza umana.

Poi direi la natura, in tutte le sue manifestazioni… che siano tuoni, pioggia, uragani, tempeste, o al contrario, sole, luce, aria, foreste, mare, animali… ogni elemento è fonte di sorpresa e di riflessione, di comunione con essa, anche solo osservando una foglia o un fiore.

Quindi, aggiungo la sensazione di sapere che non siamo soli, nell’universo. Ci dà forza e coraggio, in certi momenti… dev’essere questo il pensiero che attraversa per un attimo la mente di un malato terminale, questo il pensiero che a un certo punto, gli dà rassegnazione… l’idea che qualcuno lo accoglierà, quando avrà varcato la fatidica porta. C’è chi la chiama fede, e chi invece si sente parte di un qualcosa che mai comprenderemo, fino al momento in cui passeremo di “là”… sappiamo solo che esiste un “dopo”.

E come non ricordare l’amore… non potremmo mai vivere senza amore! Infatti ne siamo sempre alla ricerca, non ne siamo mai sazi e se ci manca, piombiamo nella tristezza più cupa.

L’ultimo forse potrebbe essere la speranza. Quella che ci tiene vivi, all’erta, pronti a cogliere le occasioni che si presentano a tutti, prima o poi, e che di riflesso fa pensare positivo. Quella che spinge a migliorarsi, a mettersi sempre in gioco… quella cosa che fa credere che un domani migliore, prima o poi arriverà… che fa superare dolori e brutti momenti, che ci “salva” quando ci sentiamo così stanchi e demotivati da cominciare a credere di non avere un futuro.

Io ho questi 5, come motivi per i quali vale la pena vivere… gli altri avranno i loro. Ma non molti, forse, si faranno questa domanda.

Commenti

commenti