MotoGP, Phillip Island : mucche e Mondiale per Stoner

Il circus del Motomondiale sbarca in Australia per il sedicesimo appuntamento stagionale in programma sul circuito di Phillip Island.

Dopo il terzo posto ottenuto a Motegi per un problema in frenata, Casey Stoner si prepara alla tappa casalinga con un match-point per chiudere il campionato sul tracciato che lo vede come il grande favorito.

Forte di quattro vittorie consecutive sulla pista di Phillip Island, dal 2007 ad oggi, il leader del Mondiale tiene nel mirino il 39° successo personale in carriera con la flebile speranza di veder Jorge Lorenzo giù dal podio.

Con il maiorchino escluso dalle prime tre posizioni ed il trionfo a Phillip Island, Casey Stoner conquisterebbe il secondo titolo iridato in classe regina ma la tenacia dell’alfiere Yamaha è viva.

Intanto, alla vigilia del Gran Premio d’Australia, il 25enne di Southport si rilassa in mezzo alle sue mucche, cercando quella tranquillità che manca appena varcata la soglia del box del Repsol Honda Team.

“A Motegi ho avuto un problema in frenata e, ad essere sincero, ho avuto un pò di paura. Qui a Phillip Island voglio trionfare per la quinta volta consecutiva, è il mio circuito di casa, è come il Mugello per Valentino Rossi. Il Mondiale? Dovrei vincere e sperare che Lorenzo non salga sul podio e la seconda opzione mi pare di difficile attuazione. Io penso alla mia gara, il resto si vedrà”.

Le previsioni del  tempo per il weekend del sedicesimo appuntamento stagionale, non promettono nulla di buono ed il padrone di casa, Casey Stoner, non è preoccupato dall’acqua.

“Non è la pioggia a creare agitazione ma il vento. Qui è possibile che in una curva non ci sia un alito ed in quella successiva ci sia una folata”.

Commenti

commenti