Promesse non mantenute

Non so in quanti hanno visto un film che mi ha colpito tantissimo, anni fa. Il titolo è “Un giorno di ordinaria follia” con Michael Douglas. Non racconterò la trama, guardatelo se vi capita… ho pensato a questo film oggi, mentre mio figlio mangiava una briosche di una nota azienda, che della pubblicità ha fatto un’uso massiccio negli ultimi vent’anni, dando un’idea delle famiglie italiane completamente fasulla e poco credibile.

La foto sulla confezione è accattivante, invitante: impossibile resistere alla tentazione… fa pensare a prodotti da forno fragranti, fatti da mani  esperte e amorevoli, ma, tirandone fuori una e scartandola, ecco che appare in tutta la sua misera realtà: una pagnottella molliccia e schiacciata, con dentro uno schizzetto trascurabile di marmellata di mirtilli. Come, mi sono chiesta… e il gonfiore, l’abbondanza di farcitura  che straripa da tutte le parti al primo morso, il colore dorato, la morbidezza e il profumo lasciati intendere dalla pubblicità, dove sono finiti? Questa non è la briosche che promette l’immagine, ma una pallida imitazione!

E’ a questo punto che mi è venuto in mente quel film: Michael Douglas, a un certo punto, entra armato fino ai denti in un Fast Food e ordina un panino con Hamburger… per intenderci, quelli che da Mac Donald’s sembrano esagerati, bellissimi, ricchi di farcitura, salse e carne a volontà, ma al momento della consegna sono completamente l’opposto di quello che appare nelle foto dei menù pubblicizzati… la sua reazione, nel  momento in cui gli servono il panino, secondo me è esilarante… per carità, da non imitare assolutamente (anche se a volte ne ho la forte tentazione), guardate il film, così vi fate un’idea di quel che intendo.

Ultimamente ci penso spesso a quel bellissimo film… non sopporto più le prese in giro di aziende che si ingrassano sulle nostre spalle e  guadagnano (ma il termine è sbagliato, “guadagnare” significa lavorare onestamente e avere il giusto compenso) soldi a palate, vendendo prodotti che vengono pubblicizzati e “truccati” per invogliare all’acquisto, ma che poi non mantengono le promesse fatte… e, d’altronde come si possono mantenere? Sono prodotti industriali! Per quanto riguarda i panini con l’Hamburger, è da tempo ormai, che li faccio in casa e mantengono l’aspetto e il sapore che devono avere: proprio quello che promettono certe pubblicità!

Mi sa che dovrei fare un pensierino anche sui prodotti da forno… non è così difficile fare biscotti e crostate in casa!

Commenti

commenti