Moto2, Motegi : il trionfo di Andrea Iannone

Il quattordicesimo appuntamento stagionale della Moto2, disputato sul tracciato di Motegi, regala grandi emozioni grazie alla bagarre fra Andrea Iannone e Marc Marquez, in lotta per il successo. Al Twin Ring è l’italiano ad uscirne vincitore nonostante il problema dello spegnimento della moto mentre era al comando con lo spagnolo alle sue spalle distanziato di solo un secondo. La paura di aver perso una gara dominata a cinque giri dal termine dura un momento, con il 22enne di Vasto abile nel reagire prontamente nell’arco di una sola tornata. Riguadagnata la posizione di testa, ai danni di Marc Marquez, nuovo leader del Mondiale della Moto2, Andrea Iannone si è lanciato verso il suo terzo trionfo stagionale. “Ho avuto paura quando si è spenta la moto – ha dichiarato Andrea Iannone – ma alla fine sono felice della vittoria. Il rammarico più grande è l’inizio di campionato pieno di difficoltà, potevo essere in lotta per il titolo però ho dimostrato che con la moto a posto riesco a battere anche Marc Marquez”. L’alfiere del Team CatalunyaCaixa Repsol, a podio per l’ottava volta consecutiva (sei vittorie e due secondi posti), conclude il Gran Premio del Giappone tenendosi alle spalle il rivale Stefan Bradl per la decima volta in stagione. Il tedesco, giunto quarto sotto la bandiera a scacchi e scacciato dal podio da Thomas Luthi, si vede costretto a cedere la leadership nella mani dello spagnolo per un solo punto, aprendo una corsa al titolo che promette emozioni a non finire. La lotta fra il 18enne di Cervera, protagonista di una rimonta esaltante arrivata sino al sorpasso in terra giapponese, e Stefan Bradl, passerà dalla prossima tappa a Phillip Island e dagli ultimi appuntamenti in programma a Sepang e Valencia.

Commenti

commenti