A certi errori non c’è rimedio

A certi errori non c’è rimedio. Si può perdonare: si “deve”a volte, perchè non se ne può fare a meno… non perdonare significherebbe coinvolgere altre persone e dare un dolore a chi non c’entra nulla.

Ma ci sono errori fatti di proposito, perpetuati all’infinito… pur essendo consapevoli di far del male. Si continua imperterriti nel non voler vedere quanto possano ferire. A lungo andare, scavano una voragine che nessun perdono può più colmare. Forse si può accettare quello che non possiamo cambiare… ma niente può far dimenticare alcune parole dette, certe azioni subite…

Le parole feriscono mille volte più di una coltellata. E’ una lama che affonda nel profondo e lasciata lì, in sospeso… e ogni volta che si ricorda, causa una fitta lacerante. Ci si convive, certo: ma non si dimentica. Per questo dico che a certi errori non c’è rimedio…

Ci si può solo mettere una pezza sopra, e sopravvivere, cercando di non pensarci troppo spesso.

Commenti

commenti