Per farli durare

Esistono piccoli accorgimenti che servono a prolungare la vita dei fiori recisi: a cominciare dalla famosa “polverina” che si aggiunge all’acqua, e che vale la pena di utilizzare soltanto quando le corolle in questione, sono di specie molto pregiata.

Di norma, è sufficiente rinnovare l’acqua ogni giorno, correggendola con un cucchiaino da caffè di candeggina, se il vaso è piccolo; fino a un cucchiaio da tavola per vasi grandi, oppure con una dose equivalente di zucchero in polvere; le due sostanze accrescono l’ossigenazione dell’acqua e la rendono idonea ad alimentare i tessuti vegetali.

I gambi che sorreggono le corolle devono essere accorciati ogni giorno di uno o due centimetri, usando un coltellino affillato per non “schiacciare” le cellule prossime al taglio, cosa che impedisce l’assorbimento dell’acqua. Durante la notte, ricordarsi di sistemare i vasi all’aperto, al riparo dal vento.

Commenti

commenti