La guida “parigina” allo stile. Per essere chic sempre e comunque.

<<La moda passa, lo stile resta>>

E’ questo il celebre aforisma di Coco Chanel che ha permesso alle francesi di diventare un’icona fashion per tutte le donne del mondo. E, dunque, da chi poteva venire una guida di stile se non da una donna francese, per di più ex modella e musa di Karl Lagerfield?

E’ in uscita finalmente in traduzione italiana, il libro di Inès de la Fressange “La Parigina- guida allo chic” (Edizioni Ippocampo): un vademecum da seguire per non risultare mai sciatte ma sempre chic e impeccabili in ogni tipo di situazione. Non si parla tanto infatti, dell’essere “alla moda”. Anzi, Inès sottolinea che bisogna evitare di seguire le tendenze in maniera troppo rigida o vestirsi con capi monomarca da capo a piedi perchè potremmo risultare una vera e propria caricatura di noi stesse.

I consigli della ormai donna in carriera, volgono a far sì che ogni donna esprima il suo essere in ciò che veste e, sorprendentemente, senza dover spendere cifre stratosferiche o comprare case con una stanza in più solo per i vestiti: i capi must have per un guardaroba perfetto, infatti, sono solo sette, dice Inès e in stile assolutamente basic: una giacca da uomo, un trench, un tubino nero, un pullover blu, una canottiera, dei jeans, un blouson di pelle dall’aria vissuta. Il segreto? Saperli mixare con tanti accessori diversi, vintage o nuovi, griffati o low cost che siano, l’importante è creare un outfit indimenticabile con poche, facili mosse.

L’elemento di forza della ex modella è sicuramente il milieu dal quale proviene: figlia del marchese André de Seignard de la Fressange e della modella argentina Ceclia Sànchez Cirez, fin da piccola è stata circondata da bon ton ed eleganza. Era insomma inevitabile che questi diventassero tratti della sua persona. Oggi è ambasciatrice di stile per la casa di moda Roger Vivier e non salta neanche un evento mondano.

Tra le 240 pagine scritte a quattro mani con la giornalista francese di Elle, Sophie Gachet, non troviamo solo consigli che sentiamo quasi come quelli di un’amica, ma anche ben 350 tra foto e illustrazioni a colori e acquerelli, una lista dei negozi più interessanti di Parigi (che risultano essere poi anche quelli meno famosi), beauty secrets, alberghi, ristoranti e mete alquanto insolite da visitare.

Quali sono le muse da seguire? Audrey Hepburn o Ingrid Bergman oltre che i consigli di un vero e proprio decalogo dello stile “Inès” che punta a mixare una formula puramente bon ton con tocchi “rock n roll” e casual per sembrare sempre perfette fuori e dentro, disegnando il proprio stile con leggerezza, spontaneità e un immancabile tocco personale.

Commenti

commenti