Identità e creatività

Alle superiori, al ISA, avevo il professore di storia dell’arte, che si raccomandava sempre, prima di affrontare lo studio di un artista, di approfondirne la provenienza.

Il luogo geografico in cui si cresce, la famiglia, gli usi e i costumi locali, determinano come il dna biologico, il carattere e la sensibilità delle persone, un po’ come gli animali che se si devono adeguare alle avversità climatiche troppo rigide sviluppano il manto a protezione del proprio corpo.

Tappeto Tre_D design C.Tinti per Casamania

Essendo nato in un luogo di campagna (la pianura padana) a contatto con la natura che lo circonda, ho imparato a percepire l’intorno e le sue mutazioni in virtù del passare delle stagioni.

Non ho mai lavorato la terra, ma ho sempre apprezzato il coltivatore. Parlando e confrontandosi con i contadini percepisci oltre alla semplicità anche un grande rispetto per essa e comunque la totale dedizione al sacrificio per ottenerne i frutti della coltivazione.

“Terra Madre” è il titolo di una conferenza mondiale, organizzata a Torino nel 2006 da Sloow Food di Carlo Petrini, da cui il regista lombardo Ermanno Olmi trae lo spunto per il suo documentario film, manifesto del nuovo rinascimento che in tanti aspettiamo.

Il messaggio è rivolto soprattutto alle nuove generazioni che avranno il compito di fermare la tendenza, risultata fallimentare che ci hanno imposto dal dopoguerra, il consumismo incontrollato. Ipotizzare quindi una nuova rinascita che ha come linea guida il rispetto per il mondo che ci circonda e riallacciare quel legame ormai quasi perduto tra l’uomo e la natura.

Recentemente, mi è capitato di dover progettare dei tappeti. La trama e la texture mi hanno ricordato i solchi della terra e la porosità dei filati, la stessa porosità minerale, che compone ogni singolo granello di terriccio.

Il progetto che alla fine, mi ha selezionato Casamania, è stato quello che più si avvicinava a questo concetto, forse anche perché la forma non rettangolare, donava al prodotto un’estetica originale. Di seguito una breve relazione che lo accompagna nella scheda di presentazione dell’azienda:

I colori, il bassorilievo e le trame dei fili di lana, riportano l’idea del solco tracciato nella terra; quella terra che genera vita, emozioni, ricordi.
Tre-D non è solo un tappeto, ma rappresenta un manifesto che inneggia alla creatività,all’equilibrio della natura che se rispettata regola la nostra vita attraverso i ritmi biologici.
Il senso dell’ordine, del segno geometrico rappresentato dal poliedro è il seme lanciato nella campitura della tavolozza di trame tessili colorate che faranno da baricentro a tutte le cose e le persone che vivono l’ambiente.

Tre_D non è solo un prodotto di arte applicata, ma è un omaggio alla mia terra di provenienza (progettare tenendo conto di quello che siamo), “identità e creatività”.

Commenti

commenti