Dominio Contador

Alberto Contador conclude la nona tappa del Giro d’Italia 2011 con un netto successo.

Lo spagnolo della Saxo Bank chiude la Etna-Rifugio Sapienza guadagnando 50” sui grandi e 20” di bonus

Al nono appuntamento in calendario, Alberto Contador conquista la sua prima vittoria di tappa al Giro d’Italia, già vinto nel 2008. Con il successo ottenuto alla Etna-Rifugio Sapienza, lo spagnolo della Saxo Bank torna a vestire la Maglia Rosa per l’ottava volta in carriera, con le sette indossate nel 2008. Tre anni fa fu sua dalla quindicesima tappa sino alla Milano-Sanremo, sigillando una stagione trionfale. Con 50” guadagnati ai danni dei grandi, con 20” di abbuono derivanti dalla prima posizione, il madrileno affronterà il prossimo impegno forte dei 59” di vantaggio su Kanstantsin Sivtsov.

Il successo alla Etna-Rifugio Sapienza nasce da due scatti effettuati nei momenti chiave della gara. Il primo allungo, a 6,8 chilometri dall’arrivo, prende vita dall’intuizione del momento di difficoltà di Michele Scarponi, lento nella risposta all’attacco arrivata solo dopo 600 metri e durata solo 30. Lo spagnolo della Saxo Bank, accortosi della stanchezza dell’italiano, si alza sui pedali ed aggancia il venezuelano José Rujano, ritornato finalmente a grandi livelli. E’ un attimo: avvicinatosi al sudamericano della Androni Giocattoli, il madrileno allunga una seconda volta lasciando il rivale a 3” e tagliando il traguardo in prima posizione. Stefano Garzelli, della Acqua & Sapone, conclude con 50” di ritardo ma battendo in volata il connazionale Vincenzo Nibali, uomo della Liquigas e risalito nel finale di fronte al pubblico della sua terra: la Sicilia. Roman Kreuziger, ceco dell’ Astana e Maglia Bianca provvisoria, giunge quinto anticipando David Arroyo, spagnolo della Movistar, e Sivtsov, bielorusso della HTC-Highroad e diretto inseguitore di Alberto Contador nella generale con 59” di gap.

Michele Scarponi, miglior scalatore azzurro, ora in ritardo di 1’28” dalla Maglia Rosa, esce sconfitto dalla sfida con Alberto Contador. L’italiano della Lampre non riesce a reagire all’allungo dello spagnolo, venendo criticato per non aver sfruttato l’aiuto di Przemyslaw Niemec per altri 1,5 chilometri e per essersi lasciato dietro Vincenzo Nibali e l’ Astana, con quattro uomini, forse utili per recuperare sul madrileno. Il ritardo accumulato di 1′ è pesante e le critiche per la gestione della tappa sono molte.

In una tappa in cui la sua Liquigas dominò lo scorso anno e rimasto senza gregari per l’intera salita, Vincenzo Nibali reagisce negli ultimi chilometri per contenere i danni nella tappa di casa. Al contrario del team dell’italiano, l’ Astana di Roman Kreuziger (25enne e Maglia Bianca) si rivela il gruppo migliore del 94° Giro d’Italia alla conclusione della Etna-Rifugio Sapienza, nona tappa in calendario.

Dopo il giorno di riposo (oggi), il programma del 94° Giro d’Italia prevede i 159 chilometri della Termoli-Teramo, decima tappa in programma. Alberto Contador si presenterà con la Maglia Rosa e 59” di vantaggio su Przemyslaw Niemec ed 1’19” sul francese Christophe Le Mével, uomo della Garmin-Cervélo. Vincenzo Nibali è quarto nella generale con un ritardo di 1’21”, seguito dal connazionale Michele Scarponi, ad 1’28” dal leader spagnolo. Con 1’37” di distacco, il sesto posto provvisorio è nelle mani di David Arroyo.

Foto da www.cyclingworld.it

Commenti

commenti