Piante velenose: attenzione ai bimbi

Se avete il timore che alcune delle piante che possedete siano velenose, andate su internet: ci sono tutte le informazioni necessarie. Ma naturalmente ciò non significa che dobbiate eliminare quelle che avete in giardino o sul terrazzo.

Se avete bambini, occorre sorvegliare i più piccoli e insegnare ai più grandi a conoscere i pericoli, esattamente come si fa in casa con il fuoco del gas, le prese elettriche o i balconi e le finestre.

Tra le piante più tossiche ci sono l’oleandro (soprattutto fate attenzione ai baccelli che contengono i semi) il laburno o maggiociondolo: sia i fiori che i frutti. Le bacche dell’agrifoglio e del solanum, che pur essendo parente del pomodoro ha frutti tossici; pericolosi anche i frutti rossi del viburno, i fiori della digitale, l’elleboro e i frutti del ginkgo.

Commenti

commenti