Polpette di patate

Altra ricettina calabrese  a base di patate, che si sa… da quelle parti, vengono consumate in gran quantità!

D’altronde, come non sfruttare le qualità di quel particolare prodotto della mia terra, che è la patata “silana”? Ogni ricetta a base di questo tubero squisito è molto più soddisfacente. La consistenza è unica e non si disfano mai in cottura… abbinate ad altri ortaggi sono fantastiche, col capretto uniche. E con i funghi della Sila poi…

Ma di questi parleremo un’altra volta… se non le trovate, vanno bene delle qualsiasi patate a pasta gialla in commercio. Il risultato è apprezzabile comunque!

Ingredienti per 4 persone

1 kg di patate silane a pasta gialla

50 gr di pecorino grattugiato o, se lo ritenete troppo forte, un misto di parmigiano e pecorino (un pò ci vuole!).

100 gr di farina

2 uova

Prezzemolo

Pangrattato

Olio per friggere

Sale

1 spicchio d’aglio (facoltativo… io lo metto)

Lavare bene le patate e lessarle con la buccia per circa 30 minuti; pelarle e schiacciarle con lo schiacciapatate. Mettere il passato in una capace scodella e aggiungere il formaggio, le uova, il prezzemolo,  l’aglio tritato e due cucchiai di farina. Unire il sale e impastare fino a formare una palla liscia e soda.

Tenete a portata di mano un piattino con dell’olio, con il quale ungerete le mani per non farvi attaccare il composto. Formate delle polpette di forma allungata: più o meno come un grosso sigaro.

Passatele quindi in un vassoio in cui avete precedentemente messo del pane grattugiato, rotolatele dentro a una a una, avendo cura che tutta la polpetta ne sia ricoperta. Ponetele mano a mano in un vassoio e intanto mettete sul fuoco la padella per i fritti, che riempirete di olio portandolo alla temperatura giusta, quindi immergetevi le polpette.

Friggetene poche alla volta, avendo cura che non si rompano. Estraetele quando saranno perfettamente dorate, e ponetele su un vassoio ricoperto con carta assorbente da cucina.

Finalmente… buon appetito!

Commenti

commenti