Germania 2011: Women’s World Cup

Il 26 giugno 2011 inizierà l’avventura di Germania 2011: la Women’s World Cup regala spettacolo!
Sedici nazionali in campo, in lotta per guadagnarsi un posto nella finale della Commerzbank Arena di Francoforte.

Il 26 giugno 2011 si aprirà la Women’s World Cup con Germania-Canada, in programma all’Olympiastadion di Berlino, scelto come punto di partenza in quanto ospitò la finale che chiuse la competizione maschile con il match fra Italia e Francia, vinta dagli azzurri ai calci di rigore. La capitale ospiterà solo il primo incontro del Mondiale di calcio femminile, mentre gli altri scontri si divideranno fra otto sedi prescelte. Prima di giungere alla finale della Commerzbank Arena di Francoforte, seguendo la coppa, si potranno visitare le città di Augusta (Impuls Arena) e Dresda (Rudolf Harbig Stadion), passando da Bochum (Ruhrstadion) e da Leverkusen (BayArena) e, per finire, da Monchengladbach (Borussia Park), Sinsheim (Rhein Neckar Arena) e Wolfsburg (Volskwagen Arena).

Sedici nazionali suddivise in quattro gironi di qualificazione, con le prime due che potranno accedere ai quarti di finale. Il Girone A vede la Germania, squadra di casa e due volte vincitrice del trofeo (2003 e 2007), il Canada, vincente nella Women’s Gold Cup della CONCACAF, la Nigeria, giunta al Mondiale grazie alla conquista dell’African Women’s Championship della CAF, e Francia. Il Gruppo B è formato da Giappone, Nuova Zelanda, detentrice dell’ Oceania Women’s Nation Cup messa in palio dalla OFC, Messico ed Inghilterra. Il raggruppamento C include la nazionale degli Stati Uniti, oro mondiale casalingo del 1999 e terza in altre tre occasioni, la Corea del Nord, Colombia e Svezia, argento a USA 2003 e bronzo in Cina nel 1991. L’ultimo girone è formato dal Brasile della goleador Marta, argento in Cina nel 2007, Australia, Norvegia (campione del Mondo a Svezia ’95) e la Guinea Equatoriale.

Il 30 settembre 2007, al Hongkou Stadium di Shanghai, la finale di Cina 2007 vide il trionfo della Germania, al suo secondo mondiale bissando il successo a USA 2003, superando il Brasile per 2-0. La nazionale tedesca, quest’anno con la giovane stella Kim Kulig (punta dell’Amburgo nella Bundesliga) fra le convocate, conquistò anche un argento a Svezia ’95 ed un quarto posto a Cina ’91, prima edizione della Women’s World Cup. La squadra più vincente, però, non è la Germania ma sono gli Stati Uniti, campionesse a Cina ’91 ed in casa nel 1999, superando in ordine Norvegia e Cina, aggiungendo al palmarés tre bronzi conquistati a Svezia ’95, in casa nel 2003 e nella scorsa competizione a Cina 2007.

Oltre a USA e Germania, mattatrice del trofeo e vincente per due edizioni consecutive, la terza nazionale ad aver conquistato un Mondiale è la Norvegia, prima a Svezia ’95 dopo aver superato le tedesche in finale, con un argento a Cina ’91 ed il quarto posto ottenuto ad USA ’99 e Cina 2007.

Le stelle della Women’s World Cup 2011 sono molte, con alcuni nomi che spiccano come la capocannoniera brasiliana Marta, anche Scarpa d’Oro, dell’edizione precedente disputata in Cina. L’attaccante del Brasile si è aggiudicata due premi individuali portando la sua nazionale alla finale, persa contro la Germania di Nadine Angerer, portiere che conclude l’incontro principale del torneo senza subire goal. La rosa tedesca, oltre all’estremo difensore di grande livello, presenta anche la giovane Kim Kulig, talento del ’90 proveniente dall’Amburgo da tener d’occhio nel corso della competizione. Lotta Schelin, punta svedese in forza all’Olympique Lione, e la giovane australiana Kyah Simon, sono altre due giocatrici di alto livello, come le due americane Amy Rodriguez, 24enne punta delle Philadelphia Indipendence, ed Abby Wambach, trent’anni ed attaccante delle Washington Freedom.

La Women’s World Cup regala sempre emozioni. Il 26 giugno inizia la corsa al Mondiale.

Tutte in lotta per arrivare alla Commerzbank Arena di Francoforte!

Foto da www.wondir.it

Commenti

commenti