Sorridiamo un pò di più!

Mentre ero fuori, ieri mi sono ritrovata a riflettere a lungo.  Sui motivi che certe persone potrebbero avere, che giustifichino l’espressione del loro viso così “scuro” di prima mattina.

Mi soffermo spesso ai semafori, in attesa del verde, ad osservare le facce di chi è alla guida della sua auto. E spesso noto con dispiacere, che l’aria che hanno alcuni è decisamente arrabbiata.

Auto guidate da donne e uomini imbronciati…

Coppie che non si rivolgono nemmeno la parola, immersi ognuno nei propri pensieri e preoccupazioni. Si, la vita non è facile… e non lo è neanche per me che faccio la casalinga.

Forse è dovuto al rammarico di dover lasciare il letto troppo presto, per arrivare in tempo al lavoro. Oppure per lo stress causato dalle mille cose da fare, tra il risveglio e l’entrata in azienda.

Le donne soprattutto… le corse che devono fare per depositare i loro figli davanti alla scuola! Ma non è così grave da far assumere quell’aria perennemente arrabbiata. Non sappiamo più sorridere…

E’ vero: troppe cose da fare.

Troppo compiti da svolgere, troppi doveri. Si ha a volte l’impressione di non avere diritto a una vita privata. Ma perchè ritenere il prossimo,TUTTO il prossimo, prepotente, invadente e sempre in mala fede?

Perchè non pensare che chi è stato scortese con noi, magari ha agito solo per distrazione… o per ignoranza? Se abbiamo lamentele da fare, potremmo rivolgerci al nostro prossimo con dolcezza e magari con un bel sorriso.

Sdrammatizza anche le situazioni più pesanti o imbarazzanti.

Non sempre, è ovvio… c’è chi è cieco e sordo davanti ad un atto di cortesia o un sorriso smagliante!

Ma proviamoci, almeno…

Commenti

commenti