Gioia Melandri! Checa fa 3/4

Il Gran Premio d’Europa,seconda prova stagionale,regala a Marco Melandri la prima gioia in Superbike.

La seconda manche di Donington Park è dominata dallo spagnolo Carlos Checa.

Forse i fatti accaduti nel sabato, durante la sessione di Superpole, o magari la grande voglia di dimostrare a tutti che il talento non l’ha mai perso, stà di fatto che Marco Melandri conclude la seconda prova stagionale con una vittoria ed un secondo posto, coronati da due gare splendide. La prima manche è tutta per il ravennate, protagonista di una rimonta mozzafiato in cui, dalla nona posizione in griglia di partenza, parte a caccia della prima posizione. Il primo successo in Superbike del pilota Yamaha passa dal duello vinto con Massimiliano Biaggi, nervoso ed autore di due errori consecutivi alla prima curva, e dai sorpassi in serie ai danni di Noriyuki Haga, Leon Haslam e Carlos Checa, mettendosi alle spalle di Jakub Smrz, improvvisatosi fuggitivo. Al momento del calo del ritmo del ceco, portacolori del Team Effenbert-Liberty Racing, Marco Melandri ne approfitta e conquista la prima posizione, concludendo con una spettacolare vittoria.

La prima manche, prova davvero emozionante e condita con molteplici sorpassi, vede Jakub Smrz concludere in seconda posizione, dopo una splendida gara, coronata da un tentativo di fuga placato, alla quinta tornata, solo dall’usura delle gomme. Carlos Checa, dominatore di Phillip Island, conquista il podio montando pneumatici “medi”, rei di tenere lo spagnolo su tempi alti. Primo degli inglesi, padroni di casa sul circuito di Donington Park, è Leon Haslam, pilota del team BMW Motorrad Motorsport e grande beniamino del pubblico locale, ancora in difficoltà per la rapida usura dei pneumatici causata dalla sua S1000RR. Alle sue spalle si classifica il connazionale Jonathan Rea, in sella alla Honda sponsorizzata dalla Castrol, impegnato nel miglioramento della gestione elettronica sulla sua CBR1000RR. Il sesto posto è di Noriyuki Haga, migliore dei piloti Aprilia, anticipando Massimiliano Biaggi e Leon Camier sul traguardo. Ayrton Badovini conclude in tredicesima piazza, sulla S1000RR del BMW Motorrad Italia SBK Team, davanti a Roberto Rolfo (Kawasaki del team Pedercini). Fabrizio conclude la prima manche con un ritiro provocato da un grave problema di usura dei pneumatici.

La seconda manche è un netto dominio di Carlos Checa, al suo terzo successo stagionale su quattro gare disputate, difendendo la leadership in classifica. Il pilota del team Althea ha gestito in maniera perfetta la gara, iniziata da un’ottima partenza e conclusa con una netta vittoria. Secondo al traguardo è Marco Melandri, autore di un’altra favolosa rimonta ed unico ad esser riuscito nel difficile compito di rosicare quattro punti allo spagnolo della Ducati. Il ravennate della Yamaha, attualmente, è in seconda piazza anche per quanto riguarda la classifica generale, a 19 lunghezze dal leader. Il gradino più basso del podio è di Leon Camier, britannico e quindi uno dei beniamini del pubblico giunto a Donington Park. Il migliore dei suoi connazionali in Gara-2, il pilota dell’Aprilia Alitalia Racing Team ha dovuto rinunciare alla bagarre con Marco Melandri a causa di un problema ai freni lamentato nei giri conclusivi.

Ancora quarto al traguardo, come in Gara-1, Leon Haslam mostra un grande potenziale nella prima metà di gara, passando i giri conclusivi ad affrontare il problema della rapida usura delle gomme ancora causato dalla sua BMW. Quinto giunge lo spagnolo Joan Lascorz, in sella alla ZX-6R del Kawasaki Racing Team, anticipando il britannico Jonathan Rea, pilota della scuderia Castrol Honda, autore di una gara in ombra. Michel Fabrizio, dopo una pessima partenza, conclude settimo in sella alla Suzuki della struttura sponsorizzata dalla Alstare, davanti a Troy Corser, compagno di marca con la S1000RR ufficiale. Roberto Rolfo quindicesimo, scontento del risultato, e Massimiliano Biaggi squalificato concludono la truppa italiana sbarca in Gran Bretagna per il Gran Premio d’Europa.

La classifica generale è comandata da Carlos Checa con 91 punti, seguito da Marco Melandri a 19 lunghezze di distacco e Leon Haslam a 38 punti di ritardo.

foto da www.bikeracing.it

Commenti

commenti