Indianapolis: sempre Villipoto

L’AMA Supercross USA fa tappa ad Indianapolis per la decima prova stagionale.

Il Lucas Oil Stadium è teatro della quinta vittoria stagionale di Ryan Villipoto.

Al Lucas Oil Stadium di Indianapolis, gremito da circa 60.000 spettatori, è di scena la decima prova stagionale dell’AMA Supercross USA 2011. Poco prima dell’avvio della gara finale è James Stewart ad attirare l’attenzione del pubblico eseguendo un giro del tracciato esibendo la bandiera del Giappone. Splendido gesto da parte dell’australiano per dimostrare la vicinanza del mondo del cross americano nei confronti del popolo nipponico in grande difficoltà.

All’apertura del cancelletto è Chad Reed il più lesto del gruppo e scatta in testa, seguito in scia da Ryan Villipoto, Ivan Tedesco e Ryan Dungey. Nonostante il timido tentativo di fuga dell’australiano in sella alla Honda, alla conclusione del primo giro è il leader della classifica generale a passare al comando, dettando un ritmo insostenibile per gli altri. James Stewart parte male e si trova impantanato in mezzo al traffico, con molti piloti a dividerlo dal quartetto dei primi.

James Stewart, non al meglio a seguito della caduta di Daytona della scorsa settimana, è protagonista di una furiosa rimonta, trovandosi in quarta posizione al momento della seconda tornata, anche grazie al calo del ritmo da parte di Ivan Tedesco, terzo al primo giro ed in piena crisi nella tappa del Lucas Oil Stadium. Ryan Villipoto è in fuga solitaria, macinando un distacco incolmabile, mentre alle sue spalle Chad Reed e Ryan Dungey si danno battaglia per la seconda piazza.

La lotta per la seconda posizione si fa più intensa verso metà gara con Ryan Dungey che aggancia Reed ed azzarda il sorpasso. Il pilota della Suzuki ci prova in tutti i modi fino al momento in cui colpisce la Honda dell’australiano e cade a terra. James Stewart approfitta della bagarre e, dopo aver conquistato la terza posizione grazie all’errore di Ryan Dungey, recupera terreno su Reed, in condizioni fisiche non buone a causa di un dolore allo stomaco, sorpassandolo nel giro successivo al contatto fra la Suzuki e la Honda.

Ryan Villipoto conquista il terzo successo consecutivo, quinto stagionale, con sei secondi di vantaggio su James Stewart. L’australiano, in sella alla Yamaha, giunge secondo al Lucas Oil Stadium e si allontana dal leader di classifica (221 punti): ora il distacco è di 26 lunghezze. Terzo al traguardo è Chad Reed, nella stessa posizione nella generale con 192 punti ottenuti fino ad ora. Ryan Dungey, dopo il contatto con l’australiano della Honda, giunge quarto sotto la bandiera a scacchi. Il pilota della Suzuki raggiunge quota 183, tenendo la quarta piazza in campionato.

Justin Brayton è quinto ad Indianapolis, ora settimo nella generale con 121 punti, anticipando sul  traguardo Kevin Windham e Wey. Sealy giunge nono, tenendo alle spalle Mike Alessi, su KTM 350, e Davi Millsaps, pilota della Yamaha. Trey Canard, nonostante la pessima prova del Lucas Oil Stadium, mantiene la quinta posizione in classifica cn 169 punti e trenta lunghezze di vantaggio su Andrew Short.

foto da Motorbikes Daily Post.blogspot.com

Commenti

commenti