Benigni a Sanremo per i 150 anni dell'unità d'Italia

Roberto Benigni è stato l’ospite illustre della terza serata del festival di Sanremo condotta da Morandi !

All’ingresso sul palco dell’Ariston accanto al presentatore Gianni Morandi, il comico fiorentino non ha saputo trattenersi, ha intrattenuto la platea e i telespettatori a casa facendo della “velata ironia” sui fatti che stanno coinvolgendo il presidente del consiglio Silvio Berlusconi e sulla situazione del paese italiano

In onore dei 150 anni dell’unità d’italia l’attore premio oscar si è cimentato nel “raccontare” la storia e le imprese mamorabili di personaggi storici come Giuseppe Garibaldi,Cavour,Giuseppe Verdi, a finire con Goffredo Mameli, ricordando il coraggio,i valori e lo spirito patriota con il quale questi uomini hanno sacrificato la loro vita per la liberazione e l’unificazione del nostro paese.

Davanti ad un leggio Benigni svolge un analisi dettagliata, spiegando “con suo stile” i paragrafi dell’inno italiano, (in versione completa) scritto da un Mameli appena ventenne.

Alla fine dello spettacolo si esibisce cantando l’inno italiano di Mameli in maniera  particolare e commuovente che come lui stesso dichiara:

come un ragazzo che stava vivendo quei momenti

L’intera platea del teatro rimane in piedi commossa ad applaudire l’artista per un paio di minuti tanto che è costretto una volta già uscito a rientrare sul palcoscenico per salutare e ringraziare di nuovo il pubblico in sala.

http://www.youtube.com/watch?v=EFSytKpXmOQ

Commenti

commenti