Parità? Solo illusione…

In alcuni casi la parità è solo un illusione. Questa parità tra uomo e donna tanto strombazzata… sembra che a parole si sia arrivate ad ottenerla, in realtà quello che vedo e sento non è quello che ho modo di constatare…

Le donne (gran parte), passano ore al lavoro e tornano a casa distrutte… vorrebbero riposare e non possono, perchè alla fine di una giornata lavorativa ne hanno un’altra davanti, per fare in modo che il menage familiare funzioni come meglio è possibile.

Fanno il doppio del lavoro che fa un uomo, che comunque, tranne rare eccezioni, mantiene il suo ruolo privilegiato…

Quello di credere che il lavoro svolto fuori casa sia più importante di quello svolto dalle donne.  A parte qualcosina (tipo buttare la spazzatura) non fa altro che sedersi sul divano in attesa che la moglie lo serva di tutto punto come un sultano. Almeno quelli della mia generazione perlopiù sono così… quindi mi chiedo: ma esiste veramente questa parità tanto strombazzata, o noi donne vogliamo illuderci che sia così per poter sopportare meglio il fatto di sentirci usate?

Penso che la libertà è non solo essere alla pari con gli uomini, ma anche e soprattutto una conquista mentale, sulla quale bisogna lavorare anni e anni… significa non farsi condizionare dai sensi di colpa, quando non si riesce a fare tutto come ci si aspetta sempre e comunque, come è sempre stato.

Significa decidere che il benessere di una famiglia dipende non solo dalla donna, ma dalla coppia.

I figli sono di tutti e due…

Tutte lavorano al giorno d’oggi, eppure… davanti alle scuole, al catechismo, in palestra, in piscina, ai colloqui con gli insegnanti, dal pediatra, a letto la sera a rimboccare le coperte, a parlare e spiegare, a rincuorare e coccolare, sempre eternamente DONNE.

Pur lavorando fuori casa, come e a volte più degli uomini.

Per me parità è ben altro…

Commenti

commenti