Ascoltare

C’è chi crede che solo chi fa parte della propria vita ha il diritto di essere ascoltato. Spesso questo si traduce in rapporto emotivo solo con chi ci è vicino. Il figlio, il marito, l’amica…

Se una persona non l’ami perchè dovresti ascoltarla? E’ quello che mi sento dire spesso quando gli altri notano che forse, ho un’eccessiva apertura verso chiunque.

Puntualmente mi spreco in spiegazioni profonde che  ( mi rendo conto ) non sono comprese in pieno. Tanto è vero che ormai solo con pochi riesco a parlarne. Più di una volta ho ribadito il concetto, cioè che per me ascoltare ” l’altro ” non dipende solo dall’amore che si prova, perchè altrimente diventa riduttivo e isola.

Ascolterei solo mio marito, i miei figli … i membri della mia famiglia. Nessun altro.
Credo di avere un differente modo di amare. Cioè amo chi mi sta intorno e mi è vicinissimo, ma anche chi mi dimostra simpatia e affinità. Forse perchè in partenza non mi ritraggo e non mi nascondo, non mi fanno paura gli altri. Non dò per scontato che possano farmi del male o che mi tradiscano.

Può succedere, certo…

Ma è un prezzo che bisogna essere disposti a pagare. L’amore per me è universale, verso tutto e tutti. Varie forme d’amore esistono, non solo quello materno, o quello verso il proprio uomo. Ma anche verso un amico, o un amica… perfino verso un estraneo, se per un breve attimo ci fa felici.

Aprirsi completamente e farsi inondare da questo amore è fondamentale, altrimenti il pericolo è la solitudine e il rancore, verso tutto e tutti. Perchè negarsi la possibilità di arricchirsi, pur restando consapevoli che si potrebbe rimanere delusi? Non dico che bisogna confidare le cose personali al primo che passa. Ma il primo che passa, potrebbe potenzialmente diventare un grande amore… che sia fraterno, d’amicizia, o solamente intellettuale non conta.

Sempre di amore si tratta.

Con la chiusura e la diffidenza non si permette a questa potenzialità di espandersi, di prolificare. Con la diffidenza e la paura non si arriva molto lontano.

Non so se riesco a tradurre in parole questo argomento così complicato da spiegare… ma posso dire però che per raggiungere questo risultato, ci ho lavorato duramente e ho sofferto. Non tornerei indietro mai e poi mai. So bene che corro dei rischi…

Quante volte ho sbattuto la faccia contro la delusione e l’amarezza per aver scoperto che il mio amore, il mio affetto erano mal riposti. Ma comunque non mi arrendo. So che tra tanti, qualcuno lo capisce e lo apprezza.

Mi basta…

Commenti

commenti