Sincerità? Un argomento che va per la maggiore

Molti parlano della sincerità. Tutti fanno sfoggio di una mancanza di ipocrisia che non ha riscontro nella realtà. Sembra l’argomento che va per la maggiore, attualmente.

Sento discorsi che mi fanno morire dal ridere. In apparenza, se si parla di un argomento… uno qualsiasi, non necessariamente troppo profondo, sembra che tutti siano incapaci di mentire.

Che tutti siano coerenti con quello che dicono.

Ma più di una volta mi è capitato di parlare … che so, di quanto sarebbe bello, se chiedendo un favore, la risposta fosse proporzionata all’effetto che questo favore, avrebbe sulla persona interessata. Esempio: poniamo che io avessi un’amica, alla quale chiedo di accompagnarmi a fare una visita medica.

La risposta che mi aspetto è un si, se questo non sconvolge i suoi piani, se non turba i suoi programmi per la giornata, se non crea problemi coi suoi familiari, se lei è emotivamente ben disposta ad accompagnarmi. Ma se questa mia richiesta causa anche una sola di queste conseguenze… allora mi aspetto un no.

Chiaro, sincero e senza preoccupazioni di sorta.

Nel senso che se è no, lo deve essere coerentemente. E soprattutto, se anche una sola di queste conseguenze dovesse profilarsi all’orizzonte e pur sapendolo, il favore viene fatto lo stesso per dimostrare quanto mi è amica… allora è un favore fasullo.

Chiarezza, sincerità… anche dire no, a volte può dimostrare quanto si vuole bene a un’amica, o amico. Solo così posso credere che ogni gesto d’affetto nei miei riguardi, ogni piccola attenzione… è genuina, sentita, spontanea.

Commenti

commenti