Un buon rosso per….

C’è voluto un buon rosso “malvitano” per seguire  il match di domenica, ore 12:30,  tra Udinese ed Inter. Un ottimo vino, corposo, gradevole e sincero , che mi ha permesso di mantenere il sorriso  nonostante la pietosa prova dei ragazzi di Leonardo.

Per la legge dei grandi numeri l’Inter era destinata a cadere, ma prendere una “sberla” del genere è un’altra cosa.

I nerazzurri hanno giocato solo i primi 20 minuti e quando sono stati raggiunti dal goal del pareggio di Zapata hanno alzato bandiera bianca. I ragazzi di Guidolin hanno sovrastato i campioni del mondo sia sul piano atletico ed ancor più sul piano del gioco.Di Natale e Sanchez hanno tenuto in scacco l’intera retroguardia nerazzurra, sottolineando una volta di più le incertezze della coppia Lucio – Cordoba. Chivu e Maicon, timidi come ragazzini all’esordio, non hanno mai varcato la metà campo avversaria, mentre Pandev ed Eto’o facevano fare la figura dei fenomeni a Domizzi, Benatia e Armero.

La punizione del 2 – 1 firmata da Totò Di Natale arrivava ormai al mio 4 bicchiere di vino….non avevo più nulla da chiedere alla partita! Senonché mi accorgevo che eravamo appena al 25′ del primo tempo e come tutti gli interisti mi illudevo di poter rientrare in partita.

Un ottimo polpettone ai funghi porcini accompagnato da patate al forno ha attenuato la scocciatura per una partita mal interpretata, giocata ancor peggio e che probabilmente lascerà un bel segno nella stagione dell’Inter.

Commenti

commenti