Redazione
17 gennaio 2011

Io e le Spose di Barbablù – Libro di Denuncia sulla violenza sulle donne

Pinterest

Eccoci qua con un nuovo libro interessante, un libro che denuncia le violenze sulle donne, intitolato Io e le Spose di Barbablù.

Il libro parla della storia di una donna che grazie alla sua passione per la scrittura ha rotto un muro e a ribellarsi a una vita piena di sofferenze e violenze subite nelle mura della propria casa.

Amanda, è una donna che è riuscita a liberarsi da queste violenze, dove spezzando le catene, è riuscita ad andarsene portando con se un unico bagaglio una valigia azzurra e una sacca contente tantissimi libri, approdando in una nuova città aiutata dal  Centro per le Donne Maltrattate; dopo anni in cui ha subito passivamente, ha trovato la forza di ribellarsi al suo aguzzino, dopo che un pugno arrivatole in pieno viso e ricevuto senza una motivazione, si ritrova costretta a nutrirsi tramite una cannuccia; dopo di che l’arrivo a Milano, dove passa mesi nascosta nel centro delle Donne maltrattate, combattendo con l’angoscia che l’assale trovandosi in una città che non conosce, e la fatica di poter tornare ad essere la donna che era e l’impegno per rimettersi in piedi all’età di cinquant’anni…

L’autrice, continuando a scrivere questo libro ha voluto dare voce a tutte quelle donne che per paura non ce l’hanno fatta a reagire, donne di cui la cronaca è piena, le quali occupano un lampo nelle notizie che imperversano nei nostri telegiornali, per poi essere abbandonate al loro destino. Un libro che denuncia la violenza domestica ma che vuole anche dare coraggio a tutte queste donne, un coraggio di reagire.

Palando di questo libro l’autrice Ada Celico ha voluto dirci: “Quando lo conosci è bello e gentile, non sembra il Barbablù della fiaba, che uccide tutte le sue mogli. Magari te lo sposi. Poi, un giorno, il primo colpo, una sberla, un calcio. L’orrore esplode e tu te ne vergogni e non lo confidi a nessuno, perché tanti dicono che le ‘Donne Maltrattate’ se la sono cercata. Preferiscono pensare che l’uomo che malmena la moglie vesta i panni di un reietto della società. Ma non è cosi”.

Ada Celico, è una scrittrice nata a Cosenza, attualmente risiede a Milano, ha pubblicato svariati libri come Io, donna di Calabria nel 1990, Il prato di libellule nel 1994, Una casa di Carta per mia madre nel 2005; nel 2007  ha curato il libro Giocare la vita, Vincere la Vita , Atti del Convegno internazionale, Casa delle Donne Maltrattate di Milano,  è stata redattrice del’enciclopedia dei paesi ella Basilicata e fa parte delle Donne di Nosside, Centro Studi Ricerca e Dicumentazione Donne, Università della Calabria  Rende (CS).

Questo Martedì 18 Gennaio, presenterà il suo nuovo libro presso la Libreria Mursia in Via Galvani, 24 – Milano; oltre all’autrice interverranno: Assunta Sarlo giornalista, Marissa Guarneri presidente della Casa delle Donne Maltrattate di Milano, durante l’incontro l’attrice teatrale Francesca Contini Leggerà alcuni brani di questo libro, che non è solo un libro ma anche una denuncia che consiglio di acquistare

Commenti

commenti

Cosa ne pensi?

People & Brands

Pubblicato in Libri