Corsa ai playoffs

La ventisettesima giornata segna il giro di boa del campionato.

Siamo agli sgoccioli per la corsa ai playoffs: gennaio è il mese decisivo.

La capolista Gherdeina è ospite ad Appiano per la rivincita delle finali di categoria della scorsa stagione. Ora le cose sono cambiate, con gli ospiti costretti a guardarsi le spalle dal ritorno di Milano, segnato dalla vittoria meneghina nello scontro diretto della giornata precedente. I padroni di casa vogliono approfittare del turno di riposo di Vipiteno per poter allungare in classifica. La fuga prende forma con la vittoria, conquistata solo ai tempi supplementari, e due punti ottenuti. Appiano ne totalizza uno e viene agganciata da Milano in quarta posizione.

Caldaro, in piena emergenza, ospita il fanalino di coda della stagione corrente. I padroni di casa sono reduci dall’importante successo conquistato ai danni di Merano ma devono rinunciare a Bosetti, Rainer, Ambach e Kucharick per il loro attacco. Nel roster mancherà anche Commisso, ceduto in prestito al Val Pusteria per il loro match di A1. Ma Caldaro avrà un back-up di lusso: Hannes Pickler. L’EV Bozen non riesce a fermare i lucci, alla loro seconda vittoria consecutiva e, grazie a questi tre punti, a sole tre lunghezze dal Real Torino.

Egna cerca l’aggancio alla seconda posizione ospitando Merano, reduce dalla sconfitta casalinga con Caldaro e la perdita della quinta piazza in campionato. I padroni di casa arrivano dalla sconfitta con Gherdeina e la conseguente caduta al terzo posto. Con il 5-1 finale, i basso atesini agganciano Vipiteno, ferma per il turno di riposo, in seconda piazza, a 5 punti da Gherdeina, in netta fuga per la testa della classifica. Per Merano è ancora sesto posto con il Real Torino in lieve avvicinamento e la coppia formata da Appiano e Milano a cinque lunghezze.

In Piemonte è di scena il derby delle metropoli, con Torino che ospita Milano. I meneghini devono, ancora, rinunciare alla presenza dell’nfortunato Dias ma accolgono con gioia il debutto in maglia rossoblù di Koustorek. La vittoria in casa di Appiano ha riacceso l’orgoglio dei lombardi, mentre per Torino si cerca la svolta dopo la sconfitta con Vipiteno. Finisce ai penalty grazie alle prodezze di Platé e Della Bella; decisivo risulterà proprio il nuovo acquisto milanese. Koustorek porta due punti in classifica ai meneghini che significano l’aggancio ad Appiano ed alla quarta piazza. Il punto ottenuto dai piemontesi è importante visto la sconfitta di Merano, ma vedono avvicinarsi Caldaro, vincente con l’EV Bozen ed a tre punti di ritardo dal Real Torino.

Commenti

commenti