Da Hangzhou a Chongqing, viaggio attraverso le città più “felici” della Cina. Parte 2.

Città dagli oltre 2.000 anni di storia, Hangzhou è la prima classificata nella graduatoria delle 10 città più felici della Cina. Capitale della dinastia Song nel XIII secolo, la città è da sempre rinomata in Cina per le sue bellezze naturali, i suoi paesaggi, le preziose sete, i giardini, il clima dolce e l’ottima qualità del tè Longjing. Nella classifica che stiamo esaminando, però, la città si è guadagnata il primo posto per via del  ritmo di vita  rilassato e pacifico dei suoi cittadini.

 

“There’s heaven above and Suzhou and Hangzhou below.”  (In cielo vi è il paradiso e sulla terra vi sono Suzhou e Hangzhou).

Una sorta di paradiso in terra; così viene considerata dai cinesi la città di Hangzhou, da sempre celebrata in centinaia di poesie, saggi, storie e resoconti di viaggiatori. Capitale della provincia del Zhejiang, Hangzhou è una delle città più affascinanti della Repubblica Popolare Cinese.

Situata a 140 km a sudovest di Shanghai, sul delta del fiume Yangtze, la città deve buona parte della sua fama alla posizione sulle rive del Lago Xi Hu (Lago dell’Ovest), considerato un prototipo di bellezza paesaggistica in base ai canoni tradizionali cinesi. Meta turistica prediletta per i cinesi e, sempre più spesso, per gli occidentali, vanta un’ indiscutibile bellezza alla quale è legata anche la leggenda della sua origine, in base alla quale sarebbe generato dalla caduta di una perla della Via Lattea.

Marco Polo, dopo averla visitata verso la fine del XIII sec., la descrisse come la più nobile e bella città del mondo: “Non c’è al mondo città uguale, che vi offra tali delizie così che uno si crede in paradiso”. I cinesi devono aver compreso la sua profonda ammirazione e devozione per la città poichè ancor oggi nella sua piazza principale troneggia la statua di quello che fu uno dei primi scopritori ed estimatori occidentali di questo angolo di paradiso.

Oggi Hangzhou è una tra le città più industrializzate e all’avanguardia del mondo; il rapido sviluppo economico della città ha contribuito alla crescita del reddito procapite ma diversamente da quanto è accaduto nelle altre città cinesi qui il progresso sembra andare, per il momento, di pari passo con l’aumento della consapevolezza ambientale. Il senso civico dei cittadini e il loro impegno nei confronti della città, dell’ambiente e della sostenibilità, unitamente allo sforzo  per il  miglioramento del paesaggio urbano, contribuiscono a caratterizzare Hangzhou come una delle città più vivibili e sostenibili.

Commenti

commenti