Parla Roby Rolfo

Direttamente dalla rivista “Motosprint”, l’intervista a Roberto Rolfo.

Il ritorno ai Gran Premi è durato una sola stagione. Perchè?

Perchè continuare in Moto2 era impossibile. Tutte le squadre vogliono soldi e chiedono di portare sponsor”.

Quest’anno hai pagato?

“Nel 2010 non ho dovuto pagare e non mi hanno nemmeno chiesto nulla. Purtroppo alla fine ho dovuto mettere di tasca mia la metà di quanto ho speso durante l’anno. L’investimento non ha funzionato, anche perchè per la prossima stagione tutti mi hanno chiesto somme importanti. Purtroppo sono cose fatte anche da squadre che non ne avrebbero bisogno. I piloti sono i primi a sbagliare perchè pagano. Noi piloti siamo l’elemento primario di tutto lo spettacolo e dovremmo essere pagati, non pagare”.

La Moto2 ti ha deluso?

“No, è stata una bella esperienza. Io sono un amante delle 2 tempi ed ho un gran bel ricordo della 250cc, ma la Moto2 ha dato spettacolo, è una bella categoria. A livello di lavoro sulla ciclistica si impara molto delle moto, mi è piaciuta”.

La Superbike è un ripiego?

“Assolutamente no! La prospettiva di ritornare in Superbike è stata una decisione molto veloce: ho incontrato Pedercini, mi è piaciuto quello che ha proposto ed il suo approccio alle gare. E’ un ambiente sano e bello da vivere, diverso da quello dei GP. Ho voglia di correre, lavorare, divertirmi. Sono convinto che in Superbike potrò fare bene sulla nuova Kawasaki”.

Commenti

commenti