Fiori, piante e costanza

Vivo in una città che non ha tantissimo verde, la zona dove abito io poi, meno che in altre… e il fatto che provengo da una regione, la Calabria, e in particolare dalla Sila, che di verde ne ha in abbondanza, ha fatto si che nel corso degli anni, si sviluppasse in me un grande amore per le piante.

La passione per la coltivazione e la cura di fiori, arbusti e rampicanti, è diventata una priorità nella mia vita: probabilmente dopo la mia famiglia, ci sono loro… subito dopo. Mi è di vitale importanza essere circondata da queste creature viventi.

La mattina prima di uscire e di dare un’occhiata al pc, alla mia posta e quant’altro, è mia abitudine passare 10 minuti sul mio terrazzo, a controllare le mie piante una ad una, annaffiarle, togliere le foglie secche, o i fiori appassiti… mi fa pensare ai rapporti tra esseri umani, il senso è lo stesso.

Amare per me è simile alla cura delle piante. Questo sentimento va annaffiato e fertilizzato di continuo, senza mai stancarsi… con impegno e dedizione, altrimenti muore. Anno dopo anno il mio terrazzo se pur piccolo cresce rigogliosamente, e certe volte lo guardo quasi con commozione… è delizioso in estate sedersi la sera a bere il caffè, circondati dal verde e dal profumo di gelsomino.

Milano è grigia e caotica. Mi piace pensare che  il mio amore per le piante e il mio terrazzo fiorito, contribuiscano a rendere un angolino di questa città, un pò più vivibile e respirabile, oltre che colorato.

Commenti

commenti